Sono esattamente 24 anni e mezzo che possiedo la stessa stanza della stessa casa nello stesso paese del basso Piave. Alla fine non son pochi. Mi sarebbe piaciuto scattare una fotografia ogni anno a ciò che si vedeva fuori dalla finestra della cameretta. Adesso, a rivederle, la prima e l'ultima foto, sembrerebbero scattate in due luoghi completamente diversi. E' cambiato tutto ma non è cambiato niente. Da bocchia, quando mi affacciavo alla finestra vedevo solo una sterminata distesa di campi di mais, un paio di case in lontananza e i fossi che confinavano con il mio giardino. Mi ricordo il verso della civetta. di notte in estate. la immancabili rane. lo strazio amoroso dei gatti. il rumore delle auto che passavano lungo la stradina di sassi accanto alla casa. ..poi costruirono una casa davanti alla mia.. ..poi il buon vecchio "butiro" vendette i suoi campi di pannocchie per fare condomìni.. ..poi tombarono il fosso di fronte.. ..poi altre case in fondo all'orizzonte.. ..poi tombarono anche il fosso accanto a casa mia.. ..poi asfaltarono la stradina di sassi.. ..poi altre case.. ..adesso stanno facendo il marciapiede..

Chissà che fine ha fatto la civetta..



Dopo accese ed attente dissertazioni è stato deciso dal famigerato COMITATO BELPOGGIO di iniziare la campagna "sostieni studio aperto" 2003. se vuoi partecipare basta scrivere qui il seguente testo creato e modellato come l'argilla dal famoso scultore rusalinaro CorraUdo dAnaro.


TEMPORALI, CANI E TETTE. Adesso si che mi sento informato. Grazie Studio Aperto.


Siete pregati di partecipare numerosi dimostrando così di essere ufficialmente dei FIOI.


Ieri sera ho passato la serata in uno dei teatri delle 22 città italiane collegate via satellite con Roma per assistere allo spettacolo della Guzzanti & Co. contro la censura bla bla bla.. coda chilometrica fuori.. e io dentro, costretto a guardare lo spettacolo al maxischermo del bar del teatro. IN PIEDI dalle 20.30 alle 23.13. polemizzo: altri miei compagni di visione sostengono di essere sfigati alla pari con me perchè anche la loro visione è stata eretta.. eh no, cari compagni. io vi vidi. e sebbene foste in piedi, eravate comodamente appoggiati alle colonne e alle pareti del bar. io no. io solo con me stesso, senza un appoggio e un appiglio. e alla fine due gambe che definirei più volentieri "paletti a 360°".
concludo con la conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che a me i girotondini mi stanno sulle palle.


Anno del Signore 2003. Mese di novembre. Giorno numero 21. è in questa data che si consuma veloce, intenso, combattuto, teso, duro, delizioso, cattivo, concentrato, silenzioso, pensieroso, euristico.. il PRIMO Torneo di Scopone Scientifico "Memorial Tarek Aziz" in casa Belpoggio. venerdì sera di emozioni a fior di pelle nella ampia ed accogliente cucina/dopolavoro del comitato. 4 squadre 4 a contendersi un titolo ambito da molti. Finalmente riunito in un solo contest il gotha della WWS (World Wrestling Scopone). Una sola coppia uscirà vincitrice dalla bolgia. modalità Royal Rumble attivata. Ne resterà soltanto una.
le squadre:


1 - Nello+CorraUdo


2 - Robbè+Zoma


3 - Gnello+Grg


4 - Metiu+Kermol

Sorteggio subito poco fortunato che vede affrontarsi in semifinale le due squadre più accreditate per la vittoria 1 & 4. Praticamente una finale anticipata. inizia il match. mosse calcolate, nessuna delle due squadre vuole esporsi.. ecco un frammento di telecronaca: "..le due squadre si studiano ancora dopo la terza tornata.. deve ancora uscire il grosso.. ma ecco che kermol gioca un 7 di bastoni.. questo può voler dire molte cose.. quindi in tavola cavallo e sette di bastoni.. tocca a Nello.. CHE SORPRENDE tutti giocando un asso di coppe.. anche questa mossa può voler dire molte cose.."
parziali: 3a3/7a7/11a10/14a13/18a13/24a15. passano il turno ed entrano di diritto in finale Metiu&Kermol.

..La finale contro Gnello&Grg è ordinaria amministrazione e la vittoria ci avvolge con un abbraccio poderoso e caldo, vigoroso e in grado di ripagare tutti gli sforzi di questi mesi. chino sulla tavola, con i calli sui gomiti a studiare e ristudiare tecniche di gioco. ecco sconfitte l'arroganza di Nello, la furbizia di CorraUdo, l'incapacità di Robbè, l'inesperienza di Zoma, la sfattanza di Grg, la sfiga di Gnello. Mvp: Kermol. Mamma te la dedico 'sta vittoria.



Domenica. Il giorno di Dio. Oggi si rende omaggio al Cristo morto in croce per bla bla bla.. domenica, quindi, non ci dovrebbero essere motivi per essere irati con Dio. Domenica si cerca di far buon viso a cattivo gioco e di evitare in tutti i modi di insultarlo, offenderlo, sbeffeggiarlo. Però, però.. ho usato il condizionale. Un condizionale d'obbligo, oserei dire, se durante la visione televisiva post pranzo domenicale ti appare in video M. Costanzo + la sua cricca che cantano l'inno nazionale per ricordare le vittime dell'attentato di Nassyria.

..allora non c'è tregua domenicale che tenga..
..anzi, non c'è cristo che tenga..

Sono indignato dalla stumentalizzazione che si sta facendo di questa tragedia. Interviste, commenti, pareri, analisi, discussioni, servizi, reportages, scoop, inchieste. OOoh? Dio..?? ma sen fora?..

Esercizio di Analisi del Testo.

Frase 1: - sono degli eroi -

no. non sono degli eroi. sono dei poveri disgraziati che c'hanno rimesso le penne. non erano lì per portare la pace, erano lì per altri motivi. uno stipendio molto elevato. elevato perchè c'erano dei rischi indubbiamente, ma tutti, loro per primi ne erano consapevoli.

Frase 2: - stavano difendendo la nostra patria -

Scusa? mica erano a Tarvisio, Sappada o a Opicina. mica erano sul confine. mica stavano difendendo la nostra patria. sono lontani migliaia di kilometri. quella non è la nostra patria. a meno che il nome del mio paese sia cambiato in Stati Uniti d'Italia. e allora capirei. sono in territorio straniero e sono stanziati al fianco di chi gli ha portato la guerra in casa.

Frase 3: - mi comunicano che l'aereo con le salme è appena entrato nello spazio aereo italiano -

dalla telecronaca in diretta dell'arrivo dei corpi. ma che michia di notizia è? ma cosa cazzo? COSA CAZZO volete farci credere? ..dio.. e poi mi mandano la pubblicità nel minuto di silenzio della nazionale..



Friendly Blogs. Blog Amichevoli. I diari degli amici. Non ho mai illustrato i miei link dei blog che ritengo validi. Forse adesso ne vale la pena farlo. Forse, ..dopo 2 fucking birre medie e 5 fucking birre piccole. Vediamo.. il Lupo è senza dubbio un fiol. è sgajo anche se io lo dico da sempre che a lungo andare il veganesimo dà alla testa. Il blog a volte troppo pensieroso ed ex emocore. in un aggettivo post-hardcore. Mrghrt è un blog morto e defunto d'una gagazza non meglio identificabile. va a seconda delle stagioni. è senza dubbio un peccato averlo perso. in un aggettivo (che aggettivo non è) birra & limone. September10th è il blog di un gruppo di musicisti che non sanno d'esser tali. ma che valgono. un pescarese, un ex emo, steve albini, paolone e il batterista che non mi sovviene. in una definizione: la quiete prima della tempesta - il 10 settembre, appunto. Sarsetti è un blog complicato ma fluente, imegnativo ma coerente. lo dimostra l'affascinante rosa del template e l'odio per l'infradito maschile. in un aggettivo roseo. Drugo Lebowsky è un blog che si racchiude in una frase su un'aquila che nessuno ha ben capito. neanche mai iniziato. in un aggettivo ornitologico. Plaid & Play è il blog rivelazione di un vero comunicatore. copertina videoludica per contenuti arguti, taglieti & evisu. in un aggettivo marchetto. Underbreath è il blog di una che non conosco, ma in cui fiorisce l'adolescenza più candida e rivoluzionaria. come sarebbe un liceale nell'era di internet. in un aggettivo ado l'escente. Gloglotto è il blog d'un tacchino dalle sembianze di gagazza. scritto bene ma poco. in un aggettivo polite. The Sound Of Cardano è il blog d'un buon uomo a mollo nel friuli. divertente, semplice, diretto e chiaro. in un aggettivo.. aspetta, ne ho appena scritti 4. Nocturns è un blog d'una gagazza sconosciuta. Contorto, divertente ma pazzo e delirante. ma m'è stato suggerito da riot, e si sa che io per lei farei qualsiasi cosa. in un aggettivo demenziale. Pessimo Elemento è un collega della comunicazione. camicia a scacchi di flanella e grunge old school. in un aggettivo furlano. Ele è il blog di un'anima da palcoscenico in irlanda. stile piave mescolato con guinness. in un aggettivo irish. Soulseek è un blog di pubblica utilità. aggiorna sul mio programma di file-sharing preferito. in un aggettivo utile.


sveglia ore 6.45. ogni lavoratore che si rispetti deve, purtroppo, alzarsi ad orari che ad un innocente, puro e scanzonato studente universitario possono sembrare alquanto problematici. il problema si pone o non si pone (dipende dal mio malditesta) dal motivo di una così mattutina sveglia. andare ad una laurea a venezia => ad una più profonda analisi andare ad imbriagarse marzi. ricapitolando, io oggi mi son svegliato che non erano neanche le sette del mattino per andare ad ubriacarmi. Che classe. alle 11 ero in piena. alle 15 rost. alle 18 cott. alle 20 sulla via del ritorno. ho un malditesta che no capisse un cazzo ma continuo a scrivere, imperterrito, logorroico, confuso e confusonario. Bella Venezia.. sarà, ma ci resto di merda ogni volta che ci vado per quanto bella è.. Bella anche la laurea.. unico problema era che la neolaureata si chiama Marta Buso. naturale l'imbarazzo nel cantare la solita canzoncina goliardica "Dottore del buso del cul" con tutto il parentado comprendente 5 generazioni. 110 e lode. a lei ed al mio malditesta.

Listening to.. Cibo Matto - Flowers


sabato, pioggia, ora spritz. sono seduto ad un tavolo del bar bevendo allegramente spritz in compagnia degli amici. è sabato e questo è il nostro dovere. si chiacchera su tutto, sulla settimana passata, sui programmi per la serata, si ride e si scherza. c'è poco tempo per il silenzio, ma tra uno spritz e l'altro la mente viaggia. la mia questa sera, aiutata da occhi curiosi, si è messa in azione senza un mio input. è quello che di solito si chiama Sovrapensiero. così, sovrapensiero appunto, i miei occhi si sono posati su due bellissime semisfere tonde, simmetriche e lisce. dopo un minuto, uscito dal torpore del sovrapensiero mi sono reso conto che ciò che aveva attirato la mia attenzione era un culo. adesso ero consapevole di quello che stavo guardando (per non dire fissando), ma continuavo imperterrito. devo dire che era bello, come ho detto prima tondo e liscio. grande il giusto. resomi conto che sarei potuto passare per maniaco decido di distogliere lo sguardo da quel bendidio, non prima però di averne visto la proprietaria. così alzai lo sguardo e.. eri tu. che imbarozzo (si, ho scritto proprio imbarozzo). però te l'ho voluto raccontare, anche perchè mica sono un maniaco.. e poi ho la possibilità di farti i miei più sinceri complimenti. divina. giunonica. soda.