fa schiuma ma non è un detersivo...

la boòòoorrraaa!!

in questa splendida parola si può riassumere la tregiornitre di Monaco e i conseguenti litri e litri e litri e litri e litri.. di birrini [glugluglu-glugluglu] ingurgitati come oche all'ingrasso.. ist das wunderbar? o come disse Aziz al crucco: "have you got kazzinculen??"


mia mail al professore

Gentile Professore,
devo ancora riprendermi dallo shock del rinvio della sessione di laurea. Nella speranza di riuscirci il prima possibile, Le scrivo per chiederLe se è già a conoscenza della data precisa nella quale Lei farà parte della commissione oppure se l'attesa [di tutti, suppongo] durerà ancora.

Cordiali Saluti,
Mattia Zanetti.


risposta del professore
 
TUTTO OK COME SEMPRE.


Avevo visto la civetta volare sopra le nostre teste la sera prima dell'annuncio del disgraziato rinvio. VOI non mi crederete, ma io ne sono consapevole: sono troppo un augure e un aruspice.

Adesso do un'occhiatina alle viscere dei miei pesci tropicali per capire un po' con che voto esco da quella gabbia di matti.

"Vola gabbia, vola... vola verso la libertà"


onniscienza. ho capito che un'entità superiore ci governa e tutto dirige. la questione si indirizza però sul fatto che dirige particolarmente male. ormai agli sgoccioli, in vista del sudato traguardo di uno spensierato sole estivo, la mia laurea viene rinviata dall'inetta intellighentia accademica a data da destinarsi. dal 12 al 15 luglio. che fare? ogni strada è preclusa allo sfogo della propria indignazione. che faccio? chiamo in università dove una centralinista 17enne mi si mette a piangere se solo alzo un po' la voce? o vado direttamente alla mia sede a parlare con la gran faccia da culo della portinaia che solo perchè è un po' figa deve risponderti male? diocan, ti tiro un cartone sul muso un'altra volta che mi rispondi così, puttanella bifolca, che ti sublimo. [troia] vado in segreteria a sputare veleno negli occhi dei dipendenti invalidi che nemmeno il cobra dagli occhiali sarebbe così preciso..?


resterò seduto sul letto da adesso alla fatidica data ascoltando in loop questa canzone. e basta.

sono giunte segnalazioni di mie bestemmie udite anche a treviso, trieste e milano. blasfemia aiutami tu.



L'elettore ha votato. il carabiniere ha vigilato. la matita copiativa ha tracciato. la cabina ha celato. il timbro ha impresso. tutto questo per 787, settecentottantasette, sette cento ottanta sette, 7 100 80 7 volte. per due. uguale 1574 schede spogliate. nude. nemmeno un cazzo disegnato tra le nulle, palese sinonimo di un paese di ignoranti falliti. nei limiti del normale. regolarità di spoglio addirittura imbarazzante. poiane vigilavano sulla ritmica cantilena da me impaccabilmente recitata. morale della favola: odio il cattolicesimo.

aneddoto: signore con moglie cieca si presentano a votare. lui anche in qualità di accompagnatore.
Io: "potete votare alla cabina numero 1"
Io: "ecco le vostre schede.."
Lui: "grazie.."
Io: "e le due matite.."
Lui: "ne basterebbe una di matita, sa.."
Io: "..effettivamente!!"



io vidimo, tu scorpori? da domani inizierà la maratona elettorale che mi vedrà debuttare nel ruolo di presidente di seggio per le elezioni europee e provinciali in quella ridente e deprimente cittadina di Musile di Piave. già ieri un primo assaggio di malessere in comune nel briefing pre-elettorale tra i colleghi. gente che si scambiava sassaiole di ovvietà, condendole con le più classiche frasi standard da tribuna-politica televisiva. "mi fai parlare? mi fai parlare? eh?eh?" "io non ti ho interrotto, tu non interrompi me. chiaro??"

..alchè decisi io di interrompere le schermaglie e di far tornare tutti alla ragione e alla concordia. come? semplicemente avvisando che "lunedì 14 giugno lo spoglio delle schede elettorali, cari colleghi.. dovrà assere terminato ben prima delle 18, ora in cui la Nazionale italiana scenderà in campo" .."areo, tà rason, areo".


vi lascio con un piccolo estratto dal manuale del perfetto presidente, con la netta sensazione che quest'estate e quest'inverno mangerò un botto d'arance

Il presidente che trascura di far annotare le tessere elettorali dei votanti sull'apposito registro o di far entrare nella cabina l'elettore per la espressione del voto [..] è punito con la reclusione da tre mesi ad un anno (art. 98 del testo unico n. 570 e art. 14 del D.P.R. n. 299/00).


Oggi è morto quello che negli anni ottanta ha dato le armi a Saddam Hussein. Oggi è morto anche quello che non ha fatto una grinza quando Saddam gli disse che avrebbe usato armi chimiche contro gli iraniani. Sempre oggi quello che cercava le armi chimiche di Saddam Hussein era a commemorare il D-Day. Giusta commemorazione, peccato per l'uomo preposto a fare ciò. Oggi erano tutti in Normandia. Tutti eccetto uno. Nel mondo ci si vergogna ad avercelo accanto. Intanto infuria la campagna elettorale. Nota di merito all'ebreo che si candida con AN alle provinciali di Vicenza. Come volevasi dimostrare. Ecco chi sono i nuovi fasci.

La mia tesi è finita, Kennedy e Kruscev riposano in pace.  

Hans blix for life.


Mr.T: "qua abita a Anna"
Mr.Z: "mmm.. no a me piase, massa grossa"
Mr.T: "no, è 'na bea tosa.. sol che a ha do man come un murador"
Mr.Z: "si, a ha do' brazzi che a te devasta"
Mr.T: "a se beve novantasie [96] Moretti in te na sera"
Mr.Z: "boia.."
Mr.T: "cossa ghe dise mi a una cussì??!?"
"..."
Mr.T: "Area, famme na muretta in giardin !!"