Gli eroi sono tornati, e si sente: Matteo Tagliariol al reality, Federica Pellegrini modella di Armani, Clemente Russo al reality, Margherita Granbassi velina di Santoro, Diego Romero insegna tango, Tatiana Guderzo conduce Domenica In, Valentina Vezzali è concubina di Silvio, Vincenzo Picardi ha aperto una pizzeria, Josefa Idem è Sindaco di Bressanone, Filippo Magnini inviato "dall'Isola", Alessia Filippi è uscita di casa dicendo di andare a comprare le sigarette e non è più tornata, Francesco D'Aniello lavora per il Clan dei Casalesi, Marco Galiazzo farà la pubblicità della Nutella, Antonio Scaduto ha aperto un locale a Copacabana, Giulia Quintavalle è arrivata seconda a Miss Italia, Roberto Cammarelle fa la guardia giurata a Forum su Canale 5, Andrea Minguzzi fa il postino per Maria De Filippi...

..e io mi chiedo: ma non si allena più nessuno??





Perchè la gente si vuole tanto male? Non riesco a togliermi dalla testa questa domanda. Lo so: è figlia della notte dei tempi la concezione che puoi definire bello semplicemente quello che ti piace, senza doverti preoccupare di canoni preconfezionati e piovuti dall'alto. Questo è successo solo per i Dieci Comandamenti.. ed è sotto gli occhi di tutti dove siamo andati a finire seguendo quelle 10 semplici e fottute regole.

Continua a rodermi il tarlo della ricerca a tutti i costi di risposte. La mia stramaledetta ansia di controllo non riesce a reggere le vertigini causate da fenomeni che si svolgono senza un perchè, senza una motivazione, senza una causa. Copertura artigianal-folkloristica di incipiente calvizia: causa individuata.

Ma vogliamo parlare delle conseguenze? L'imbarazzo è sotto gli occhi di tutti e si manifesta sottoforma di lunghe ciocche di capelli dritti come bacchetti nel lato sinistro della scatola cranica. Non un filo di vento quel giorno, non un goccio di chimica a cercare di mantenere celato il trucco che rende possibile cotanta "folta" capigliatura. Nessun disagio in quel portamento. Tranne il mio nel non essere capace di trovare risposta ad una domanda tanto semplice quanto diretta, tagliente e applicabile alla grande maggioranza delle situazioni che il nostro Paese ci mette davanti agli occhi tutti i giorni: perchè la gente si vuole così male?

A consolarmi, seppur in minima parte, il fatto che NON ho votato Veltroni.. e che tra un paio di giorni un buco nero ci ingoierà.


Quando mi sento a mio agio mi piace guardare le persone negli occhi, e così stavo facendo con la ragazza che mi stava seduta di fronte. Lei giocava col ghiaccio del bicchiere che fino a poco tempo prima aveva il colore del crodino, io ero al secondo spritz al Campari e mi sentivo sciogliere un poco alla volta; sensazione molto, molto gradevole. Di lì a poco a cena, in una bella osteria in riva al fiume.

Alla fine dell'estate tutto appare più fluido e meno spaventoso, sarà la malinconia dei giorni al sole ormai ranicchiati nella tasca dei ricordi. Sarà che i Righeira tornano con tutta la loro disarmante violenza. Sarà l'alta pressione. O la pressione alta. Ma in quei giorni si sta proprio bene.

Un bel momento.
Se non fosse che il mio telefonino inizia a suonare. Il nome che appare sul display porta subito alla mente immagini milanesi, di un futuro tanto imminente quanto poco desiderato in quel momento. Era la mia coinquilina.

Mi chiede se, quando avevo chiuso casa per le vacanze, avessi spento anche l'interruttore del bolligas. E la poesia del momento evapora come il vapore quando si toglie il coperchio alla pentola sul fuoco, come l'anima quando lascia il corpo di un morto, come una bolla di sapone. In poche parole: in un lampo. Cosa me ne fotte a me del bolligas? Che minchia me ne strafrega di quel cazzutissimo interruttore? Nulla, assolutamente nulla.

Ma questa volta la frego, questa volta non mi frega, questa volta la frego. Prima di partire ho staccato tutte le spine del mondo, ho abbassato tutti gli interruttori conosciuti, ho chiuso tutti i rubinetti del cosmo. Ho praticamente sigillato la casa. Certo che ho chiuso l'interruttore del bolligas, ho addirittura chiuso quello generale per non correre rischi.

Appunto.

Riacquistare i cassetti del congelatore imputriditi in tua assenza: XXX euro con IL SOTTOSCRITTO COGLIONE; fare la spesa e riacquistare tutte le cose andate a male: XXX euro con IL SOTTOSCRITTO COGLIONE.

Sapere la tua coinquilina con i vermi in frigo non ha prezzo.