Solo Milano può essere teatro di scene così surreali come quelle vissute i giorni scorsi. Solo a Milano si può passare accanto al bar vicino alla stazione di Cadorna e vedere la televisione che 24/7 spara video musicali provenienti da chissà quale emittente via satellite, trasmettere il Televideo della RAI con le quotazioni di Borsa che si aggiorna in automatico (..e in negativo) dopo tot secondi. Panta rei, è che Cristo!

Che poi, a mio modesto parere, un rialzo come quello di oggi (+10,96% se non ricordo male, nda) è assolutamente indice di un sistema malato, squilibrato e destinato ad implodere se non verranno prese quanto prima le dovute precauzioni dagli organi preposti. Testimone ne è il fatto che la CONSOB ha sospeso gli short al ribasso prima su alcuni titoli bancari e poi su tutti, nessuno escluso. Se a questo si aggiungono le commodities sui future del mid-term e gli esotici che non decollano sul Forex dei principali mercati, avremo sempre di più giornate di orso e sempre meno di toro. Ovviamente considerando la leva a 10 e non a 20 come gli speculatori di indici e opzioni sono soliti fare per portare le revenue al top della performance del mese. Per le long ovviamente vale lo stesso discorso in quanto consentono di lavorare con leva finanziaria, ossia solo con una porzione del controvalore, che può variare dal 5% al 25% per i titoli azionari o essere costituita da una quota fissa nel caso di indici e valute permettendo di operare in leva multiday, sia long sia short, a costi estremamente convenienti. Così facendo si apre automaticamente una posizione marginata, ciò significa che solo una parte del controvalore viene impegnata, in quanto il resto è finanziato dalla controparte..

..ma che ve lo dico a fare!!?!?


Giusto per il gusto della statistica mi soffermo a riflettere sul fatto che le morti eccellenti in questi ultimi anni avvengono quasi esclusivamente nei fine settimana. Posso riportare a memoria gli esempi di Panto, Colin McRae, la madre di Berlusconi, Vito Taccone e chissà quanta altra gente.

Ieri un'altra aggiunta eccellente a questa lista, quella di Joerg Haider. Personaggio alquanto controverso, decisamente poco vicino al mio modo di vedere le cose, è il classico esempio di applicazione della morale cattolica del "non augurare/festeggiare la morte mai di nessuno". Così mi ha sempre detto mia madre, anche se ad essere sincero, ricordo di averla vista cedere ad un principio di protofesteggiamento all'annuncio della morte di Craxi.

Ironia della sorte vuole che ci sia una persona a cui augurare la morte risulti essere il gesto più umano che si possa fare. Chi vivrà, vedrà.

ps. spero di non aver ulteriormente deluso le aspettative di CtC con questo post..