Verrà il giorno in cui il figlio di Pierferdinando Casini si rivolgerà in questo modo al proprio padre e gli confesserà quello che ha sempre cercato, fino a quel momento, di tenersi dentro e di nascondere. Gli dirà la verità, che non può più tenere segreta.

Gli dirà che è un diverso.

Diverso da chi, diverso da cosa, diverso perché, glielo dovrà invece spiegare suo padre. E non ci riuscirà.


A te che mi tagli la strada entrando al supermercato per prendere il carrello perché stai parlando al cellulare, che ci metti il triplo del tempo a pesare la verdura sulla bilancia perché stai parlando al cellulare, che non rispondi all'addetto pescheria che ti sta servendo perché stai parlando al cellulare, che occupi la corsia con il tuo carrello mentre scegli quale tonno al naturale devi acquistare perché stai parlando al cellulare, che fai cadere le Tic Tac urtandole con la borsa distrattamente perché stai parlando al cellulare, che devi farti ripetere sette volte l'importo della spesa dalla cassiera perché stai parlando il cellulare, che ci metti 45 minuti a riempire i sacchetti con la tua spesa perché stai parlando al cellulare... volevo dire VAFFANCULO.