E' giunto il momento che anche questo blog, dopo 11 onorati anni di servizio, diventi un luogo di utilità sociale e per questo motivo ho deciso di condividere proprio qui i risultati (sempre in continuo aggiornamento) del mio studio sul prezzo delle spremute. Bevanda che ti svolta la colazione, la spremuta è soggetta a incredibili sbalzi di prezzo, nella gran parte dei casi non giustificati dalla materia prima. Ecco qui quindi un primo elenco dei bar più convenienti calcolato su una media di tre arance utilizzate a spremuta. Ovviamente ogni segnalazione nella sezione messaggi verrà inserita per rendere il borsino il più completo possibile, quindi non siate timidi ma siate utili.

Bar Magenta, via Carducci - Milano: 3 euro
Bar Vyta, Stazione Centrale - Milano: 2,90 euro
Bar Da Franco, via Crema - Milano: 2,50 euro
Fleur Café, corso Magenta - Milano: 3,50 euro
Actor Studio Café, corso Magenta - Milano: 3,50 euro
Motta Bar, Aeroporto Linate - Milano: 3,10 euro
Moka Bar, Aeroporto Fiumicino - Roma: 5 euro
Lestofante, via San Petronio Vecchio - Bologna: 2 euro


...comunque, sì! Vivo a Milano e lavoro in corso Magenta.


Tratteremo oggi un capitolo molto spinoso e delicato della vita nella società contemporanea, ovvero l'alimentazione. Sempre più numerose e sconcertanti infatti iniziano ad essere le vere e proprie "rivelazioni" degli illuminati del nutrimento, persone che hanno raggiunto la verità, che hanno capito qual è la via, che detengono la conoscenza, ultima, finale, definitiva su quello che si può e quello che non si può.

L'unico problema è che ognuno ha la propria teoria (o meglio, dottrina). Tutto inizia quando arriva, immancabile e puntuale, la profezia di sventura: "cosa? no! sei matto? quello ti uccide! quello t'ammazza! io ho smesso e sto benissimo" ...e voi vi direte: "ok, ma cosa? di cosa si tratta?": TUTTO!

I latticini? sei pazzo! Devi sapere che il caglio è ricavato dalla fermentazione artificiale e questo implica che il latte non contenga più le proteine originarie, bensì una sintesi derivata da una reazione che avviene alle alte temperature e che assunta dall'organismo genera ipertensione e malattie. La tua prossima mozzarella potrebbe essere l'ultima!

Il pesce?! mai più! Contiene percentuali di omega bifidus tali per cui se ingerite dall'organismo si genera una reazione per cui le mucose che ricoprono il pancreas diventano acide e conseguentemente indeboliscono le difese immunitarie del colon provocando quel senso di stanchezza che non riesci più a toglierti. Peggio per te se mangi quel branzino!

Il frumento?? un assassino! Tutte le granaglie posseggono una molecola che distrugge il tuo sistema immunitario a contatto con gli enzimi della digestione e, in particolar modo se raffinate, possono portare a stitichezza e depressione. Non mangiare più la pasta!

La carne?! sì, vabbè... ciao! E' gonfiata con i peggiori anabolizzanti frutto degli esperimenti dell'industria farmaceutica, robe che noi nemmeno immaginiamo. Queste sostanze agiscono sul processo metabolico del tuo organismo e, combinate con i globuli plasmosi, tu non te ne accorgi, ma poi l'intestino si impoverisce e ne risente! E poi mangiare la carne rende aggressivi! E' un bel rischio quel petto di pollo.

Le verdure? Folle! I concimi utilizzati per coltivare in maniera intensiva gli ortaggi e la frutta che finiscono sulle nostre tavole sono realizzati nei laboratori delle più grandi multinazionali della chimica e per eliminarli totalmente dalla verdura che ingeriamo non basterebbero 3mila anni di ammollo sul bicarbonato. Fossi in te eviterei quella peperonata.

Deviazioni della mente che sono testimoni del nostro tempo e del nostro mondo, l'innaturale metamorfosi malata di una società che non ha mai conosciuto il significato di una parola tanto semplice quanto distruttiva: la fame. Il lato oscuro del concetto di benessere che arriva a dare origine alla "giornata nazionale contro lo spreco alimentare" come ultima, immensa testimonianza di decadenza sociale.

Ma affrancarsi e reagire è ancora possibile, al grido di:
MANGIARE MENO, MANGIARE TUTTO!