E' passato pure l'inverno, ed eccomi qui a tirare le somme musicali dei tre mesi più freddi dell'anno. Come da tradizione mi accingo a cambiare completamente gli album nel mio iPod, non prima di aver elencato le canzoni che più mi son piaciute nella tradizionale playlist stagionale. Dopo quelle dell'estate (consultabile QUI), autunno (consultabile QUI), e inverno 2012 (consultabile QUI), dell'ultima primavera (consultabile QUI), dell'ultima estate (consultabile QUI) e del passato autunno (QUI) qui di seguito ecco le canzoni che hanno coccolato i miei tre mesi più bui dell'anno, a grandissima richiesta ascoltabili anche nella playlist di Spotify dedicata.

Damien Jurado - Suns in Our Mind
Darondo - Didn't I
Romare - Down the Line (It Takes a Number)
Shlohmo - Places
Peter and Kerry - One Thing
Emiliana Torrini - Animal Games
M.I.A. - Come Walk With Me
Kron - Silikron [Jurgen Paape Remix]
Baio - Sunburn Modern
Four Tet - Ba Teaches Yoga
Fol Chen - You Took the Train

Vedremo il 21 giugno cos'ha portato l'aria di primavera...


Misi i piedi sulla terraferma e vidi una donna e una bambina che mi guardavano curiosamente. Un vitellino scorrazzava nei pressi. Mi incamminai verso di loro mentre le due donne si dirigevano alla mia volta. Ma, man mano che avanzavano, i loro passi si facevano sempre più indecisi. Non c'è dubbio che nel mio scafandro di un vivo arancione, ch'esse non avevano mai visto, facevo loro paura. - Sono dei vostri, compagne, dei vostri - mi misi a gridare togliendomi il casco ermetico. Si trattava, come seppi dopo, di Anna Akimovna Tachtarova, moglie di una guardia forestale, e della sua nipotina Rita, di sei anni. - Non verrete mica dal cosmo? - mi domandò la donna con voce incerta. - È proprio così - risposi.



Buon compleanno Jurij Gagarin, uomo più coraggioso di sempre. avresti 80 anni oggi.